giovedì 14 dicembre 2017

Durkopp 1908

Storie di rottami e collezionismo impastano ferraglia con il buon proposito di tramandare la memoria di antiche biciclette e così, dopo tanti anni di onorato servizio, quel che resta di una vecchissima bicicletta Durkopp finisce nel deposito d'un meccanico ciclista e, dopo altro tanto tempo ancora, viene acquistata da un collezionista. Qualche decennio dopo, giunge fortunatamente il mio turno, ma le condizioni di partenza erano così incomplete e mal pittate, che c'è voluto un anno e mezzo per venirne a capo con decenza!
Robusta e aggressiva bicicletta da corsa Durkopp del periodo 1905-8, su telaio plongée, con movimento centrale a perno quadro, pedali a sega in ferro Durkopp con oliatore a lancetta, freno anteriore a tampone e posteriore a contropedale, cerchi in legno d'epoca rimontati con raggi e nipples antichi.










venerdì 1 dicembre 2017

Cicli Perrone ANNI 40/50

Grazie a Roberto da Milano, che ci presenta questa autentica bicicletta sportiva torinese degli anni '40 / '50, quì sopra e sotto in versione conservata pendolare, Cicli Perrone in ottime condizioni di originalità, dopo restauro conservativo, con l'aiuto dell'amico Luca Puglia:


 Manubrio sportivo in ferro Nanni Torino








lunedì 20 novembre 2017

Umberto Dei 1924 mod. BORDINO

Grazie a Filippo da Parma, che ci presenta la sua rara e pregiata bicicletta Umberto Dei Milano "Modello C Bordino" del 1924, dopo un accurato restauro eseguito negli anni con pazienza, molto impegno, grande passione e competenza, nel recupero e salvataggio di questo grande pezzo di storia velocipedistica italiana che, al momento del ritrovamento, era in discarica già prossimo al baratro della rottamazione!

Il modello Bordino è una bicicletta straordinaria, dove l'eccellenza produttiva Dei presenta una bicicletta sportiva su telaio da corsa, leggerissima con con cerchi in legno e gomme tubolari. 

 Dal catalogo del 1922, con freni a leve rovesciate:
 
Da catalogo di metà anni '20, con manubrio tipo R a leve rigide interne e freni a fascetta Bowden comandati a cavo; da notare, su entrambe le immagini da catalogo degli anni '20, i parafanghi stretti e leggeri, il copricatena ed i pedali a sega in ferro:
Da catalogo degli anni '30, si nota l'evoluzione del modello, con copricatena tubolare chiuso, oliatore alla catena sul tubo sotto-sella, tipico di molti telai da corsa di metà/fine anni '20 e anni '30, freni sportivi a mensola, pedali a cubetti:
 
Andiamo ora ad ammirare la bicicletta di Filippo!
Considerate le pessime condizioni di partenza, sono state necessarie la verniciatura di telaio, copricatena, parafanghi e la nichelatura dei componenti, ad esclusione di mozzi, pedali e struttura dela sella, che sono conservati. Il risultato del lavoro è elegante ed impeccabile!
 Pedali in ferro originali, con oliatore a lancetta

Manubrio elegantissimo!

Freni a fascetta Bowden Touriste con pattini in sughero, per cerchi in legno Vianzone, montati con raggi sfinati da 1.8 mm alle estremità e 1.6 mm al centro
Da notare le aste dei parafanghi vincolate al telaio e la chiusura delle ruote con galletti, dettagli tipici delle biciclette da corsa
Sella in cuoio originale Brooks, manopole in corno







Telaio n. 29747, altezza tubo-sella c/c cm 55.5, tubo orizzontale cm 57, calotte movimento centrale punzonate 24 con diametro mm 40 e sfere mm 7.83, perno centrale marcato 23, cerchi in legno Vianzone sezione mm 32, pneumatici Michelin 28" 1 5/8 x 1/4, corona 44 denti, ruota libera e catena Regina
Ultimo dettaglio, come dessert, mozzo posteriore Umberto Dei Milano da corsa "GIRORUOTA"!

 


mercoledì 8 novembre 2017

Engal 1948 Sport - Contropedale

Grazie ad Alberto per la pazienza nel restauro di questa affascinante bicicletta sportiva e nella lunga attesa della pubblicazione!
Marca: Cicli Engal

Modello: Contropedale Sport 

Anno di produzione: 1948

Numero telaio: assente      
 
Proprietario: Alberto Castelli

Provenienza: San Maurizio Canavese (TO).      
 
Caratteristiche modello:
 
Contropedale Styria punzonato ’48, carter e parafanghi in ottone cromati, scritta Cicli S.O. Ciriè (presumibilmente il nome del rivenditore locale) presente sul tubo obliquo, mozzo anteriore FB, pedivelle e movimento centrale non marchiati, barilotto porta attrezzi AB Torino, gemma fascettata.

Integrazioni, sostituzioni e riparazioni: Pneus da 28”x1 5/8x1 ¼ Golden Boy bianchi e neri - Sostituiti cerchi (in origine spaiati) con una coppia in alluminio San Remo - Sella in pelle Corona - Aggiunto freno anteriore a filo Universal in alluminio con leva freno fascettata ricoperta in cellulosa - Manopole in cartone pressato e cellulosa - Bronzino coevo - Gruppo luce Magneti Marelli.

Caratteristiche restauro:   

Restauro conservativo eseguito dal proprietario e da Marco Bolle